Milan fashion week Day 3


In questi giorni i miei ritmi di vita sono un tantino frenetici e pur mettendocela tutta, tra il lavoro, un viaggio mordi e fuggi e gli altri impegni di vita quotidiana, mi ritrovo oggi a parlarvi del terzo giorno di fashion week. Non ne potete più di sentir parlare della settimana della moda? Cambiate posto, questa pagina non fa per voi! State ancora leggendo? E bravi i miei fidati lettori!
La giornata è partita con la sfilata di Les Copains alla quale, come vedrete dalle immagini a seguire, ho assistito da una posizione di assoluto privilegio: accalcata tra la gente in piedi, fuori dalla porta. Ma infondo che ce frega? Non sono una snob. La mia filosofia è più sul "l'importante è esserci". Mi dispiace solamente di non potervi proporre delle fotografie degne di essere chiamate tali.








Les Copains SS 2012
Les Copains porta in passerella il risultato di una collaborazione che lascia presagire grandi cose per il futuro. Il nome della mente creativa di 2012, etichetta adottata per questa collezione, è rimasto ignoto fino alla fine. Il desinger (ex) segreto è Alessandro dell' Acqua, il protagonista di una svolta: il brand da sempre specializzato in maglieria ora punta in alto e vuole un posizionamento couture. E lo si capisce a colpo d'occhio. Lo stile è portabile ma tremendamente chic. Si sperimentano nuove proporzioni, si allungano le camicie e si accorciano le gonne senza mai sfiorare la volgarità. I capi in maglia sono bellissimi. Lavorazioni elaborate su colori tenui e delicati. Questa collezione ha il pregio di essere adatta dalla mattina alla sera.






Jimmy Choo ss 2012
La seconda tappa della giornata è stata la presentazione di Jimmy Choo. Un nome una garanzia. Per questa collezione Tamara Mellon si ispira a tratti agli anni 70. Forme importanti alternate a design più delicati, come a voler accontentare diversi tipi di donne. Anche nei colori la scelta sembra ripetersi: colori classici spezzati da fantasie animalier e colori fluo. Ecco perchè Jimmy Choo è un nome globale!









Furla SS 2012
Per concludere, prima di scappare al lavoro, sono corsa alla presentazione di Furla. Con grande stupore punta tutto sulla Candy Bag, il modello lanciato nella scorsa stagione e che ci aveva lasciate chi perplesse, chi entusiaste. Per la primavera estate 2012 arriva la Candy-brissima, risultato di un progetto che nasce come diario di viaggio dell'artista Sissi, lungo il mediterraneo. Una performance creativa, intitolata "Changeable Identity" animava lo spazio espositivo, già piacevole di per sè, dimostrando voglia di sperimentare e la propensione all'utilizzo di nuovi materiali. Una mini squadra di donne in camice bianco dava vita, davanti ai nostri occhi, a diversi modelli di Candy bag, unici nel loro genere e divertenti da osservare. Che ne dite? Io ne sono rimasta entusiasta!








Im wearing
H&m Necklace
Vintage Hat
Mango Sweater
H&m skirt
Zara Purse

5 commenti:

kcomekarolina ha detto...

bellissima!!! e stupende foto!!!


xoxo from rome
K.
http://kcomekarolina.com/

VALENTINA COCO ha detto...

belle foto...brava, peccanto che non ci siamo incontrate...baci

www.zagufashion.com

ti seguo...

Anonimo ha detto...

bello il tuo look, il cappello ricorda quello di Haudrey Hepburn ma tu sei più moderna nell'abbigliamento, è un bel contrasto!

Annachiara Savio ha detto...

SEI FAVOLOSA TESORO!!

clorofilla (zuckerfrei). ha detto...

Che belle le scarpe,awww <3

Posta un commento